vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Laboratorio permanente di Traduzione settoriale

Il Laboratorio permanente di traduzione settoriale si focalizza sia sul prodotto sia sul processo della traduzione settoriale, sulle caratteristiche dei testi che ne costituiscono l'oggetto, sulle competenze del traduttore professionista e sugli aspetti culturali e situazionali della traduzione di testi tratti dai vari ambiti settoriali dando ampio spazio alla pluralità di approcci teorici, pratici e metodologici.

Al di là della sua rilevanza sul mercato del lavoro, la traduzione settoriale suscita un interesse sempre crescente sul piano scientifico, come attestato dai convegni, collane, riviste e monografie ad essa dedicati.

Dalla continua evoluzione della traduzione settoriale, anche a livello tecnologico, e dalla conseguente necessità di tenere il passo con le più recenti richieste e tendenze del mercato e della ricerca è nata l'idea di promuovere l'iniziativa degli incontri con la quale ci prefiggiamo di offrire una serie di incontri di formazione continua sia a livello teorico sia a livello pratico e metodologico nonché un'informazione costante e puntuale sulle tematiche di maggior interesse. I destinatari sono i docenti, i ricercatori, i dottorandi, gli assegnisti e i borsisti del Dipartimento, ma anche gli studenti del Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione, in particolare della laurea magistrale e del terzo anno della laurea triennale.

Il programma prevede circa 4 conferenze nell'arco dell'anno accademico, a cui faranno seguito, a seconda delle tematiche affrontate, workshop di approfondimento dedicati allo svolgimento di esercitazioni pratiche.

I relatori che interverranno nell'ambito dell'iniziativa sono traduttori professionisti, membri delle associazioni di categoria, studiosi e accademici impegnati nella traduzione settoriale.

Promotori e referenti: Danio Maldussi, Eva Wiesmann