vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Laboratorio permanente di Traduzione Letteraria

Il Laboratorio permanente di traduzione letteraria si propone di individuare alcune aree che rientrino tra le attività qualificanti del Dipartimento e di promuovere incontri con poeti, scrittori, saggisti ed esperti del mondo dell'editoria delle diverse aree linguistiche e culturali.

Si è scelto il testo letterario, inteso come testo in grado di esprimere una sintesi, dal punto di vista del contenuto e della forma, di idee, di osservazioni concrete della realtà, universi culturali, visioni del mondo, poiché esso si presta particolarmente a diventare un significativo punto di partenza per un’approfondita riflessione metalinguistica.

In un’ottica di apertura delle attività del Dipartimento non solo ai dottorandi, assegnisti, ricercatori, docenti afferenti alla nostra struttura, ma agli studenti di tutte le facoltà attive a Forlì e alla cittadinanza forlivese, attraverso iniziative in grado di coinvolgere anche eventualmente l’attenzione di un pubblico non di esperti della traduzione, è nostro intento sensibilizzare i partecipanti verso un approccio alla lettura e alla traduzione letteraria in genere, con particolare attenzione al testo poetico.

Si prevedono diversi incontri seminariali per ogni anno accademico, preferibilmente due/tre durante il primo semestre e due/tre durante il secondo della durata di circa 2/4 ore ciascuno, secondo i contenuti.  Verranno invitati poeti, scrittori, saggisti ed esperti del mondo dell'editoria, che saranno presenti durante le fasi di workshop vero e proprio con i partecipanti, ma anche durante una possibile successiva fase di lettura delle poesie e delle traduzioni elaborate da chi partecipa ai workshop, oppure di discussione su specifiche forme poetico/letterarie e conseguenti processi traduttivi. 


Promotori e referenti: Raffaella Baccolini, Adele D'Arcangelo, Giovanni Nadiani