vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Cineforum: Sharaku (1995)

Evento conclusivo della rassegna “La Primavera dell’Arte Orientale”, organizzata dal Dipartimento di Interpretazione e Traduzione dell’Università di Bologna e dedicata alla promozione dell’arte orientale.

01/04/2019 dalle 18:30

Dove Aula 2 del Teaching Hub - Viale Corridoni, 20 - Forlì

Aggiungi l'evento al calendario

Sharaku, pellicola diretta dal celebre regista giapponese Masahiro Shinoda e presentata al Festival di Cannes del 1995, mostra allo spettatore uno spaccato di vita della Edo (l’odierna Tōkyō) di fine ‘700. Nel periodo Edo (1603-1868), grazie alla pace ottenuta grazie al dominio della famiglia Tokugawa, la nuova classe media urbana si fa promotrice di una cultura “popolare” portata, per la prima volta, ai massimi livelli: è in questo periodo che nascono infatti capisaldi della tradizione giapponese come il teatro Kabuki e l’arte della xilografia (ukiyo-e), di cui Hokusai è il massimo rappresentante. Questo grazie a figure lungimiranti come Tsutaya Jūzaburō, proprietario dell’omonima casa editrice che si dedicò alla diffusione della nuova arte del popolo.

Sarà quest’ultimo a scoprire, tra gli altri, Tōshūsai Sharaku: artista dalla carriera incredibilmente breve (appena 10 mesi), Sharaku si distingue dai suoi contemporanei per una produzione composta quasi unicamente di ritratti di attori kabuki, improntata sul realismo eccessivo e per questo oggetto di numerose critiche. La sua identità, oggetto di questo film, resta ancora oggi avvolta nel mistero.

Il film verrà proiettato in lingua originale con sottotitoli in lingua italiana realizzati da Chiara Zoni (Laurea Magistrale in Specialized Translation - DIT).